stARTT via della Marrana 94 00181 Roma
T/F: +39 06 786300
M: info@startt.it

stARTT è la sigla comune sotto la quale Simone Capra (1978), Claudio Castaldo (1978), Francesco Colangeli (1982) e Dario Scaravelli (1981)collaborano stabilmente a partire dal 2008.

stARTT è l’acronimo di studio di architettura e trasformazioni territoriali, la scelta del nome indica una precisa postura nella professione e nella ricerca architettonica, che individua il progetto come parte di un territorio complesso più vasto, nel quale interagiscono persone, paesaggi, culture, economie.
L’attitudine di stARTT è di lavorare nell’ambiente antropizzato alle varie scale di intervento e a diversi gradi di complessità.

stARTT ha ricevuto diversi premi e segnalazioni tra i quali il premio europeo per l’architettura under 35, YAP MAXXI 2011, con il progetto Whatami; nel 2012 ha partecipato per l’Italia all’incontro internazionale La jeune architecture européenne presso il Pavillon de l’Arsenal de Paris; nel febbraio 2013 è stata inaugurata la mostra FUTURE: Architecture e(s)t Paysage_stARTT sui progetti di stARTT presso l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi. Nel Dicembre 2013 stARTT è stato selezionato per Piccole Utopie, la mostra del Ministero degli Affari Esteri per la promozione dell’architettura Italiana all’estero. Nel 2014 stARTT ha presentato i suoi lavori a Fundamentals, la 14.esima Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, nelle sezioni Monditalia alle Ex Corderie dell’Arsenale e Padiglione Italia.
Negli ultimi anni stARTT ha portato e continua a portare a termine la realizzazione di diversi progetti che sono stati selezionati per qualità e innovazione.

 

BIO
BIO
BIO
BIO
SIMONE CAPRA

Si laurea con lode nel 2004, presso la Facoltà di Architettura di Roma Tre, relatore Alessandro Anselmi.
Fa esperienza professionale presso diversi studi, italiani e stranieri, tra i quali Torres-Tur y Martinez-Lapeña arquitectos, B720, 2TR architettura, APsT.
Dal 2003 si interessa ai temi della riflessione teorica inerenti l’architettura e la trasformazione del territorio, fondando insieme ad altri il gruppo Labò.
Partecipa a diversi progetti internazionali di ricerca tra i quali: “post-it city” sull’uso occasionale degli spazi pubblici, presso il Centre d’Art Santa Mònica, Barcellona;
“campagna romana”, coordinato da Stalker, sulla trasformazione del territorio metropolitano romano;
“de-scrivere il territorio in trasformazione” presso la Societa’ Geografica Italiana, Roma.
Dal 2012 è dottore di ricerca in architettura, programma internazionale Villard De Honnecourt.
Nel 2008 da avvio al progetto stARTT.

CLAUDIO CASTALDO

Si laurea nel maggio 2006, presso la Facoltà di Architettura di Roma Tre, relatore Francesco Bianchi.
Dal 2002 collabora con diversi studi di architettura come esperto in modellazione tridimensionale e nell’utilizzo dei sistemi informatici come mezzo di supporto alla progettazione; prendendo parte a numerosi concorsi internazionali.
Svolge attività didattica presso l’Istituto Europeo di Design di Roma.
Nel 2008 avvia il progetto stARTT.

FRANCESCO COLANGELI

Si laurea con lode nel 2010, presso la Facoltà di Architettura di Roma Tre, relatore Valerio Palmieri.
Fa esperienza professionale presso diversi studi, italiani e stranieri, tra i quali Stefano Cordeschi e Pierre Louis Faloci Architecte.
Dal 2003 si interessa ai temi della riflessione teorica inerenti l’architettura e la trasformazione del territorio,fondando insieme ad altri il gruppo Labò.
Nel 2010 si unisce al progetto stARTT.

DARIO SCARAVELLI

Si laurea nel luglio 2007, presso la Facoltà di Architettura di Roma Tre, relatore Francesco Cellini.
Fa esperienza professionale presso diversi studi, italiani e stranieri, tra i quali stARTT e Archi5, prendendo parte a numerosi concorsi internazionali. Dal 2010 al 2012 vive e lavora tra l’Italia ed il Cile.
Dal 2004 si interessa ai temi della riflessione teorica inerenti l’architettura e la trasformazione del territorio, in seno al gruppo Labò.
Nel 2013 si unisce al progetto stARTT.